L’emergenza legata al Coronavirus ha stravolto la nostra quotidianità e ha obbligato (ed obbligherà) sia i privati che le imprese ad adottare misure straordinarie per la protezione personale. Con l’inizio della cosiddetta Fase 2 infatti, molte aziende ed attività potranno riaprire, ma saranno obbligate ad utilizzare e fornire ai propri clienti i dispositivi di sicurezza, mascherine e guanti. 

Alla categoria dei rifiuti solidi urbani (RSU) appartengono molti tipi di scarti diversi. Una buona parte viene prodotta dalla quotidiana vita di casa e solo una piccola percentuale di questa viene riciclata.

Il ferro appartiene a quella classe di rifiuti completamente riciclabili: nell'ottica di un approccio più green possibile, è giusto quindi non sprecarlo e non buttarlo insieme agli altri rifiuti, ma preoccuparsi della raccolta del ferro a Roma affinché questo inizi un nuovo percorso all'interno delle industrie.

Il registro di carico e scarico dei rifiuti è parte del processo cartaceo di identificazione dei rifiuti del Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti (Sistri). Si tratta di una strategia che mira a controllare la produzione, la distribuzione e lo smaltimento delle tonnellate di rifiuti che si producono in Italia.

La normativa sullo smaltimento dei rifiuti è composta da numerose direttive e regolamenti, ognuno indirizzato ad un diverso scenario. Le direttive europee, recepite dalle leggi nazionali, intendono uniformare tutto la filiera dei rifiuti, dalla produzione allo smaltimento.